Risarcimento del danno

Nell’ambito del diritto civile, lo Studio Legale Cetraro, svolge attività di assistenza legale stragiudiziale e giudiziale nel settore della responsabilità civile per il Risarcimento del Danno patrimoniale e non patrimoniale.

Diversi sono i motivi per i quali si può avere diritto ad un Risarcimento, così come diversi sono i danni risarcibili e possono riguardare sia le persone fisiche che le imprese, le associazioni o le pubbliche amministrazioni. Infatti, non solo la lesione dell’integrità psico-fisica di una persona è risarcibile, ma anche la lesione di ogni altro diritto costituzionalmente rilevante come la proprietà, la salute, la reputazione, l’immagine.

Cass., n. 10957 del 6 maggio 2010: “ (…) l’illecita pubblicazione dell’immagine altrui obbliga a risarcire anche il danno patrimoniale, consistente nel pregiudizio economico subito dalla vittima per effetto della pubblicazione illegittima.”

Trib. Milano, sent. dell’11.07.2014: “ (…) condannato il produttore di tabacco al risarcimento del danno da fumo. L’attività di produzione e commercio di sigarette dovesse essere riposta nell’alveo di quelle attività definite “pericolose” ex. art. 2050 c.c., poiché finalizzata alla vendita e successivamente all’uso da parte del consumatore di un prodotto di per sé idoneo a causare danni, anche se utilizzato in maniera “corretta” e non anomala. (...) Si riconosce ai prossimi congiunti il risarcimento del danno da perdita del rapporto parentale e da invalidità derivata al defunto.”

A seconda del genere di pregiudizio arrecato, l’ordinamento ci presenta due principali categorie di danno:

  • Il Danno Patrimoniale, quale danno emergente, perdita subita, lucro cessante, mancato guadagno; a titolo di esempio, rientrano in tale categoria i danni da inadempimento contrattuale, danni da infortunio o sinistro stradale, danni da responsabilità medica, danni da inadempimento dell’obbligo di mantenimento del coniuge o dei figli. 
  • Il Danno non Patrimoniale, quale sofferenza interiore, invalidità psichica, peggioramento della qualità della vita. Si tratta di una categorie unitaria comprensiva di una serie di diversi pregiudizi: danno morale, danno biologico, danno da lesione del rapporto parentale, danno psichico, danno sessuale, danno alla vita di relazione, danno estetico, danno esistenziale e danno alla capacità lavorativa generica.

A partire da novembre 2008, per effetto di una sentenza della Corte di Cassazione, le voci di pregiudizio suindicate vengono inquadrate in una categoria unitaria: il danno non patrimoniale.

Cass., Sez. Un. 26972/2008: “ (…) il danno non patrimoniale è categoria generale non suscettibile di suddivisione in sottocategorie variamente etichettate.”

Cass., Sez. Un. 53/2014: “ (…) le espressioni “danno esistenziale” e “danno biologico” non esprimono distinte categorie di danno, tantomeno l’uno può considerarsi una sottocategoria dell’altro, trattandosi, piuttosto di locuzioni meramente descrittive dell’unica categoria di danno, che è quella del danno non patrimoniale, da identificarsi nel danno determinato dalla lesione di interessi inerenti la persona non connotati da rilevanza economica.”

Cass., Sez. Un. 1361/2014: “ (…) confermato l’esistenza della collaudata triade costituita dai pregiudizi di natura esistenziale, morale e biologico, sia pure non come categoria di danni a sé, ma come aspetti descrittivi, ancorché ontologicamente diversi, della unica categoria del danno non patrimoniale.”

In caso di controversie di questo genere, lo Studio Legale Cetraro è preparato per fornire l’adeguato supporto legale grazie alle conoscenze e all’esperienza acquisita durante gli anni di attività.

I servizi legali vengono integrati da quelli dei consulenti tecnici nelle varie materie al fine di garantire un’obiettiva quantificazione dei pregiudizi subiti dal danneggiato e un supporto completo e integrato.

CODICE CIVILE

CODICE PENALE

CODICE DI PROCEDURA CIVILE